Webzine di Tecnica e Società
 

Astronauta in difficoltà? Lo riporta alla base la tuta spaziale

Una tuta spaziale in grado di riportare un astronauta alla base in caso di emergenza.

E’ un sistema di “ritorno a casa automatico” quello brevettato dagli ingegneri del Charles Stark Draper Laboratory, un importante centro di ricerca e sviluppo di tecnologia avanzata con sede a Cambridge, negli Stati Uniti.



Attualmente, le tute spaziali in dotazione non possiedono funzioni di questo tipo. Se qualche incidente dovesse accadere durante una passeggiata spaziale, il sistema realizzato prevede che il centro di controllo o un altro astronauta possa azionare il jet pack, lo zaino di emergenza, o SAFER, utilizzato dalla Nasa, per ora avviabile solo manualmente.

La tuta spaziale brevettata sarebbe anche equipaggiata con sensori in grado di monitorare movimento, accelerazione e posizione di chi la indossa. L’austronauta avrebbe altresì a disposizione un casco con una visiera che ha una una funzione di schermo in grado di visualizzare dati e indicazioni per ritrovare la giusta direzione.



Gli ingegneri del centro Charles Stark Draper Laboratory hanno, d’altra parte, sviluppato un algoritmo che può aiutare a calcorare il migliore percorso per il ritorno alla base in sicurezza evitando pericolosi ostacoli.

Il sistema potrebbe essere utilizzato anche in altri settori diversi da quello spaziale. Per l’attività di vigili del fuoco, ad esempio, o di paracadusti e sommozzatori che hanno perso l’orientamente in acque profonde.

Condividi post
Scritto da
Nessun commento

Lascia un commento