Webzine di Tecnica e Società
 

In metro con il riconoscimento facciale

Niente più tornelli alla metro. Si passa grazie alla tecnologia di riconoscimento facciale.

E’ un progetto sviluppato in parte grazie a fondi governativi dal Bristol Robotics Lab della University of the West of England in collaborazione con Customer Clever, azienda specializzata nella produzione di sistemi biometrici.



La tecnologia di riconoscimento facciale è stata testata in Gran Bretagna anche per consentire il pagamento dei biglietti dei treni con l’intento di lanciarla definitivamente entro il 2020.

Ma le applicazioni possono riguardare varie attività, dalla sicurezza agli usi commerciali, nei supermercati o nei ristoranti.

La tecnologia di riconoscimento facciale utilizzata dal Bristol Robotics Lab è quella 3D ad alta risoluzione. Più affidabile di quella in uso negli aeroporti per garantire la sicurezza e meno invasiva dei sistemi sistemi biometrici basati sul riconoscimento dell’iride o sulle impronte digitali, secondo Lyndon Smith, uno dei ricercatori che partecipano al progetto e dociente di Computer Simulation e Machine Vision presso il Centre for Machine Vision.

Il sistema sviluppato, come si può vedere in un video diffuso da Mashable, è in grado di produrre un’impronta digitale del volto di una persona molto accurata mostrando anche minimi dettagli e imperfezioni come cicatrici e rughe.

Scritto da
Nessun commento

Lascia un commento