Webzine di Tecnica e Società
 

Realtà virtuale e aumentata per gli annunci di Airbnb

Realtà aumentata e virtuale? Airbnb pensa di introdurre queste tecnologie per presentare gli annunci sulla sua piattaforma e migliorare l’esperienza degli ospiti durante il soggiorno prenotato dalla sua piattaforma.

Tramite un post sul blog aziendale, il portale web, che mette in contatto le persone in cerca alloggio per brevi periodi con i proprietari di abitazioni in affitto, descrive alcuni esempi di come possa essere utilizzata realtà virtuale e aumentata.



Chi propone appartamenti sulla piattaforma potrebbe scattare foto panoramiche degli interni da mettere a disposizione su smartphone e sui visori di realtà virtuale per i potenziali clienti.

Quanto alla realtà aumentata, questa tecnologia si potrebbe sviluppare sull’app mobile per fornire informazioni agli ospiti della casa affittata sul funzionamento dei servizi con traduzioni e istruzioni puntuali.

L’esperienza di soggiorno potrebbe diventare stressante, si legge nel post di Airbnb, quando il cliente non sa come aprire una porta o non riesce a far funzionare l’acqua calda per la doccia. In questo caso, sarebbero utili le funzioni di realtà aumentata che sarebbero in grado di facilitare l’accesso ai servizi in un appartamento.



Airbnb non specifica una data per l’integrazione di queste tecnologie ma è da tempo che i manager della piattaforma hanno nel mirino questo obiettivo. Forse, non sarà facile mettere in pratica l’idea e bisognerà convincere  proprietari e affittuari a farne uso.

Scritto da
Nessun commento

Lascia un commento