Webzine di Tecnica e Società

Rivoluzione nei cantieri, arriva il robot bulldozer

Un bulldozer robot è l’ultima espressione della guida autonoma che cerca di conquistare anche il mondo delle macchine movimento terra.

Lo ha inventato Built Robotics, una startup che vuole rivoluzionare il settore dei cantieri edili con l’introduzione di mezzi robotici.

Alla testa dell’azienda c’è Noah Ready-Campbell, ex ingegnere di Google che ha applicato al bulldozer un sistema simile a quello utilizzato dalle automobili senza conducente come le Google car. Con una combinazione di tecnologia Lidar e Gps, insieme a una speciale dotazione tecnologica il veicolo è in grado di muoversi autonomamente e resistere al livello di vibrazioni e agli urti tipici nello svolgimento della sua funzione.

L’intento di Built Robotics è liberare il comparto delle costruzioni da un’attività ripetitiva e molto spesso pericolosa con un tasso crescente di incidenti sul lavoro. Invece di stare tutto il giorno nella cabina del veicolo e respirare polvere, grazie al robot bulldozer l’operatore potrà programmare il mezzo che scaverà e sposterà il terreno senza più un essere umano all’interno.



Contro chi solleva il problema dei rischi occupazionali, Noah Ready-Campbell risponde che automazione e digitalizzazione possono far riguadagnare a questo settore economico produttività e sicurezza.

Condividi post
Scritto da
Nessun commento

Lascia un commento